Sezioni regionali

Da più di vent'anni, in Piemonte si attende l'avvio del Corso di Laurea in Assistenza Sanitaria, nonostante la Regione abbia espresso un fabbisogno formativo di 25 unità.

In attesa che le due università del Piemonte (Torino e Piemonte Orientale) possano attivare il Corso, attualmente le Aziende Sanitarie piemontesi assumono neolaureati provenienti da diverse università italiane. 

Ospite al TG Rai Regione Piemonte nell'edizione delle 14.00 di sabato 29 aprile 2017, Marco Leone, presidente AsNAS della Sezione Piemonte-Valle d'Aosta, ha ricordato l'importanza delle vaccinazioni in tutte le fasi della vita, come annuncia lo slogan della Settimana delle Vaccinazioni in corso. E' stata anche l'occasione per riaffermare il contributo della nostra professione in questo campo.

Potete leggere di seguito il resoconto dell'intervento oppure riascoltarlo nel video (dal min. 4:54) disponibile al sito di Rai News:

http://www.rainews.it/dl/rainews/TGR/multimedia/ContentItem-7370d0a5-8cca-4703-aa60-2e3c8ec7e08a.html 

"I vaccini? funzionano! Proteggono la salute in ogni fase della vita" è questo il filo conduttore della settimana delle vaccinazioni indetta dall'Organizzazione Mondiale della Sanità e ne parliamo in studio oggi con Marco Leone, presidente dell'Associazione che riunisce gli assistenti sanitari. Grazie per essere qui. Gli assistenti sanitari oltre a eseguire i vaccini si occupano anche di far conoscere l'utilità dei vaccini e avete anche aderito a questa campagna. Come?

L'assistente sanitario nel suo profilo professionale ha lo specifico di occuparsi di prevenzione, promozione ed educazione alla salute e quindi l'OMS ci chiede in questa settimana di promuovere le vaccinazioni in tutte le fasi della vita: iniziare dall'infanzia, nell'adolescenza, ma anche nella fase adulta e poi anche dal punto di vista lavorativo. Non dobbiamo dimenticare che noi assistenti sanitari lavoriamo in stretta sinergia con i medici di medicina generale, con i pediatri di libera scelta, ma anche con i medici del lavoro, i medici competenti. E' quindi importante che si copra tutto l'ambito della vita.

E' on-line il n. 3/2016 di Promozione Salute, il Notiziario della Confederazione Italiana per la Promozione della Salute e l'Educazione Sanitaria - CIPES Piemonte. La Redazione del notiziario invita alla letture, alla diffusione e a far pervenire osservazioni, suggerimenti e commenti.
L'accesso al giornale è libero e gratuito. Esso è aperto ai contributi di tutti, sia attraverso la rubrica della posta, sia per la pubblicazione di articoli su questioni d'interesse generali.
Per consultare il notiziario è neccessario collegarsi al sito www.promozionesalute.org.

Prima il Mozambico, poi la Turchia, poi di nuovo il Mozambico e adesso l’Angola. Tutti quelli che tornano si dicono affetti da una nostalgia inguaribile, che chiamano «mal d’Africa». Ma ogni volta che si parte le ragioni della scelta sono uniche. E a chiederlo a lei, perché proprio e ancora l’Africa, la risposta arriva senza esitazioni: «Perché ho sempre avuto un pallino per quel continente. Al punto che ho scelto di studiare quello che ho studiato per potermi rendere utile lì».

A parlare è Luisa Gatta, 29enne di Acquafredda (BS), di professione assistente sanitaria, che oggi è salita su un aereo in direzione Luanda, Angola. Con un master in Medicina tropicale e salute in tasca, Luisa ha deciso di unirsi all’équipe di Medici con l’Africa Cuamm, la prima Ong in campo sanitario riconosciuta in Italia, per partecipare a un progetto pilota contro la tubercolosi.

Nella provincia di Bergamo, è attivo dal 2003 un gruppo di lavoro, costituito da personale sanitario (medici del lavoro e assistenti sanitari) del Servizio Prevenzione Sicurezza Ambienti di Lavoro (Spsal) dell’Agenzia di tutela della salute e della unità struttura complessa (Usc) di Medicina del lavoro dell’Azienda socio sanitaria territoriale «Papa Giovanni XXIII» di Bergamo e con la partecipazione di un medico legale dell’Inail, impegnato nella ricerca attiva dei tumori professionali (in particolare per quanto riguarda i mesoteliomi maligni e i tumori naso sinusali).