Formazione ECM

Convegno ECM

Il Dipartimento di Prevenzione e il Distretto a confronto sulle sfide vaccinali

Roma, 13 dicembre 2017

Il Servizio Sanitario della Regione Lazio si caratterizza per una spiccata eterogeneità nell'organizzazione e nell'offerta delle prestazioni sanitarie.

Anche i servizi vaccinali soffrono per questa situazione, presente in tutte le realtà aziendali. Il mancato coordinamento ha fatto sì che siano state date risposte ed erogate prestazioni con approcci organizzativi, tecnici e professionali diversificate e non armonizzate. Conseguentemente, i bisogni assistenziali in ambito vaccinale sono stati soddisfatti in modo disomogeneo, dando un'immagine del Sistema sanitario regionale certamente non unitario.

Questa situazione ha spinto le due Società scientifiche a costituire un gruppo di lavoro congiunto (SItI Lazio - CARD Lazio), composto da Esperti delle Università di Roma, Operatori dei centri vaccinali, dei Distretti e dei Dipartimenti di Prevenzione che, a seguito di un approfondito monitoraggio delle singole realtà aziendali, ha redatto un documento che costituisce uno strumento tecnico di supporto operativo e di implementazione del PNPV 2017-2019 per i centri vaccinali della Regione Lazio. Il documento ha anche l'obiettivo di uniformare i processi e i servizi vaccinali e promuovere l'applicazione dei migliori standard di qualità.

Il Convegno ha la finalità di condividere, partecipare e diffondere agli Igienisti, agli operatori del Territorio della Regione Lazio, proposte gestionali e di modellizzazione dei servizi vaccinali e della pratica vaccinale utili alla Regione Lazio per un processo di armonizzazione, oggi particolarmente carente.

Convegno ECM

Riflessioni su... Vaccini: una sola verità?
Scienza, Coscienza e Libertà a confronto

Volpiano, 27 ottobre 2017

Le evidenze scientifiche dimostrano che i vaccini sono, ad oggi, il più efficace degli interventi in campo medico mai scoperti dall’uomo, secondi solo alla potabilizzazione delle acque in termini di riduzione della mortalità umana e in grado ancora oggi di evitare oltre 2,5 milioni di morti ogni anno.Con la loro introduzione si è assistito ad una riduzione drastica di malattie a volte mortali o in grado di generare cronicizzazioni e complicanze gravi come tumori (epatite B), paralisi permanenti (poliomielite e tetano), malformazioni congenite (rosolia). Chiunque - onesto intellettualmente - non può negare queste evidenze scientifiche che annoverano i vaccini tra le migliori eccellenze terapeutiche nella storia della medicina.

Questa 5° edizione della Rassegna Biennale “Riflessioni su…” promossa dal Circolo Culturale Tavola di Smeraldo in collaborazione con Residenze Anni Azzurri, dedicherà la sua attenzione proprio alle vaccinazioni e la nuova legge riguardo alla loro obbligatorietà, un argomento di grande attualità che verrà illustrato da importanti professionisti giunti per fare chiarezza sulla nebbia che avvolge il tema.

Oggi il medico in campo vaccinale (e non solo…) si trova a scontrarsi con tutta una serie di false informazioni create ad hoc per mettere scompiglio in un campo che fondamentalmente rimane fra i più chiari e logici di tutta la scienza medica. Eppure il desiderio di dire la propria a tutti i costi, di sfogare il proprio risentimento contro chissà chi o chissà cosa e l’irresistibile onnipresente spinta a schierarsi porta le persone a convincersi che esiste anche e soprattutto in campo medico una forza oscura che lavora e promuove il male, in questo caso addirittura ai danni delle categorie più deboli ed indifese… i bambini. Una grande provocazione la nostra ma anche una opportunità straordinaria di confrontarsi con persone che lavorano con le persone… e non con i social network..

Il Dipartimento Medicina, Epidemiologia, Igiene del Lavoro e Ambientale dell’INAIL e l’ICOH (International Commission on Occupational Health) hanno organizzato la Conferenza Internazionale dal titolo “Active ageing. From research to action oriented policies”, che si terrà il giorno 14 marzo 2017, presso Palazzo Vecchio a Firenze.
La partecipazione è gratuita, ma l’iscrizione è obbligatoria e può essere richiesta esclusivamente compilando il modulo allegato ed inviandolo all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  entro e non oltre il 20 febbraio p.v.