News

Oggi la prima riunione d’insediamento della Consulta permanente delle professioni sanitarie istituita con un Decreto del Ministero della Salute dello scorso 7 gennaio.
Con il Ministro Speranza, che ha presieduto l'incontro odierno, sono stati affrontati i temi prioritari sui quali la Consulta dovrà lavorare. Tra gli argomenti discussi, la necessità di “una nuova modalità di programmazione della spesa, che superi il modello ancora vigente dei silos e dei tetti chiusi”. Si è parlato poi della “grande questione del territorio - ha fatto sapere Speranza - che è il luogo dove assumere la questione delle cronicità e che è figlia dell'inversione della piramide demografica”. E ancora: “Abbiamo ragionato insieme e a lungo sulla grande sfida della sanità digitale, per provare a portare il Servizio sanitario nazionale verso il futuro”. L'altro grande tema, connesso alla sanità digitale, riguarda la formazione degli operatori.

Ricordiamo che la Consulta nasce come“Un organismo operativo e propositivo che faciliti il dialogo tra le professioni, avvicini le stesse ai decisori istituzionali e collabori al miglioramento della qualità dell’assistenza dei cittadini”. La Consulta, negli auspici, dovrebbe essere luogo e strumento di consultazione prevalente dove, oltre a lanciare e discutere proposte per migliorare la sanità, possano trovare composizione i diversi punti di vista tra i principali protagonisti del sistema sanitario italiano. A presiederla è il Ministro della Salute (o un suo delegato), mentre a comporla sono i presidenti delle federazioni professionali dei medici (Fnomceo), veterinari (Fnovi), farmacisti (Fofi), infermieri (Fnopoi), ostetriche (Fnopo), tecnici sanitari radiologia, professioni sanitarie tecniche e riabilitazione e prevenzione (Tsrm Pstrp), biologi (Onb), chimici e Fisici (Fncf), psicologi (Cnop) e assistenti sociali (Cnoas).

La Consulta "interagisce con le istituzioni nel rispetto di ciascun codice deontologico e nelle materie di rispettiva competenza. In particolare: 

  1. opera nell’ottica dell’integrazione e dell’interdipendenza dei diversi profili e delle peculiari competenze professionali che concorrono all’organizzazione dei servizi assistenziali da garantire ai cittadini in maniera uniforme e omogenea sul territorio nazionale; 
  2. collabora con le Istituzioni al fine della corretta applicazione delle norme di legge e regolamenti vigenti, nel rispetto di tutti i profili professionali; 
  3. propone studi e ricerche concernenti l’attività delle diverse categorie professionali senza sovrapposizione tra le stesse; 
  4. formula proposte in materia di formazione dei professionisti sanitari, in relazione alle rispettive competenze e funzioni”.

Buon lavoro alle Commissione d'Albo degli Assistenti Sanitari elette negli Ordini dei Tecnici Sanitari di Radiologia Medica e delle Professioni Sanitarie Tecniche, della Riabilitazione e della Prevenzione.

Di seguito riportiamo i nomi dei componenti, per ciascun Ordine territoriale (provinciale o interprovinciale):

A tutti gli Assistenti Sanitari d'Italia auguri di buone festività!

Rispetto alla precedente Circolare del 21/11/2018 sono precisati i tempi ideali per la vaccinazione contro tetano, difterite e pertosse e quella contro l’influenza che ora è raccomandata in qualsiasi epoca della gravidanza.

Nuova circolare del Ministero della Salute sulle vaccinazioni in gravidanza. Rispetto alla precedente riguardano i tempi tempi ideali per la vaccinazione contro tetano, difterite e pertosse che vanno dalla 27a alla 36a settimana di gestazione, idealmente intorno alla 28a settimana. Altra novità riguarda la vaccinazione influenzale che ora viene raccomandata a qualsiasi epoca della gravidanza.
 
Si legge nella Circolare: “Le vaccinazioni sono uno degli strumenti preventivi più efficaci in Sanità Pubblica. Esse sono in grado di prevenire, in modo efficace e sicuro, lo sviluppo di alcune malattie infettive, le loro complicanze e la loro diffusione. Esse hanno un impatto rilevante in termini di riduzione dell’incidenza delle malattie stesse e di possibili decessi ad esse correlati, nonché di diminuzione delle sequele a breve e lungo termine e dei costi legati all’assistenza durante e dopo la malattia. L’uso delle vaccinazioni, oltre che per la protezione di specifiche classi di età in cui sono maggiori i rischi, deve tenere in considerazione anche specifiche esigenze, ad esempio legate a particolari condizioni di vita, di lavoro e di salute, come sottolineato anche nel PNPV 2017-2019”.

“Scopo del documento è ribadire l’importanza delle vaccinazioni come strumento di promozione della salute della donna in età fertile, in previsione e durante la gravidanza, proteggendo se stessa e il nascituro da alcune specifiche patologie infettive”.

Scarica la Circolare da questa pagina.

Sono stati pubblicati, sulla Gazzetta Ufficiale del 30 luglio 2019, i decreti relativi alla composizione delle Commissioni di Albo e dei Consigli Direttivi degli Ordini TSRM PSTRP previsti dalla legge 3 del 2018.

Fermo restando il trasferimento dell'Albo degli Assistenti Sanitari dagli ex Collegi IPASVI all'Ordine TSRM PSTRP già previsto dalla L. 3/2018, con i due decreti sulla composizione delle Commissioni d'Albo e dei Consigli direttivi degli Ordini TSRM PSTRP, si dà attuazione all'ultima fase della Riforma ordinistica.

Nello specifico degli assistenti sanitari, il DM sulle Commissioni d'Albo prevede che esse, presso ogni ordine territoriale, saranno costituite da 5 Assistenti Sanitari eletti che assumeranno la rappresentanza esponenziale della professione.