Sezioni regionali

Ecco il testo della nota inviata da Giuliana Bodini, presidente di AsNAS Lombardia, alle Istituzioni e ai Dirigenti di Regione Lombardia: 

Un messaggio a tutti i Colleghi Assistenti sanitari per portarVi la mia sincera e profonda gratitudine come cittadina e come collega. Vi scrivo questa riflessione durante giornate impegnative.
Giornate che scorrono leggendo ordinanze, controllando statistiche, emanando Decreti, stilando e affinando protocolli, organizzando riunioni, seguendo tavoli di confronto e concertazione, eseguendo indagini epidemiologiche e di sorveglianza sanitaria, rassicurando cittadini, amici, Sindaci, Insegnanti, colleghi e familiari. Giornate in cui cerchiamo di organizzare il lavoro quotidiano e di allestire azioni per affrontare questa emergenza. Lei sia chiama Covid-19. Coronavirus Covid-19. Ma per noi potrebbe chiamarsi Sars, Ebola, Febbre suina, H1N1, Sindrome metabolica, Tumore alla cervice, alla mammella, al colon, Obesità, Malattia cronico-degenerativa, Disagio, Malattie infettive, Malattie sessualmente trasmissibili…

Prima il Mozambico, poi la Turchia, poi di nuovo il Mozambico e adesso l’Angola. Tutti quelli che tornano si dicono affetti da una nostalgia inguaribile, che chiamano «mal d’Africa». Ma ogni volta che si parte le ragioni della scelta sono uniche. E a chiederlo a lei, perché proprio e ancora l’Africa, la risposta arriva senza esitazioni: «Perché ho sempre avuto un pallino per quel continente. Al punto che ho scelto di studiare quello che ho studiato per potermi rendere utile lì».

A parlare è Luisa Gatta, 29enne di Acquafredda (BS), di professione assistente sanitaria, che oggi è salita su un aereo in direzione Luanda, Angola. Con un master in Medicina tropicale e salute in tasca, Luisa ha deciso di unirsi all’équipe di Medici con l’Africa Cuamm, la prima Ong in campo sanitario riconosciuta in Italia, per partecipare a un progetto pilota contro la tubercolosi.

Nella provincia di Bergamo, è attivo dal 2003 un gruppo di lavoro, costituito da personale sanitario (medici del lavoro e assistenti sanitari) del Servizio Prevenzione Sicurezza Ambienti di Lavoro (Spsal) dell’Agenzia di tutela della salute e della unità struttura complessa (Usc) di Medicina del lavoro dell’Azienda socio sanitaria territoriale «Papa Giovanni XXIII» di Bergamo e con la partecipazione di un medico legale dell’Inail, impegnato nella ricerca attiva dei tumori professionali (in particolare per quanto riguarda i mesoteliomi maligni e i tumori naso sinusali).

Massimo Emanuelli e Diego Catania dell'Ordine TSRM e PSTRP di Milano-Como-Lecco-Lodi-Monza Brianza-Sondrio, nell'ambito dell'iniziativa "Viaggio nelle professioni sanitarie" intervistano Giuliana Bodini, presidente di AsNAS Sez. Lombardia.

Guarda il video dell'intervista:

www.youtube.com/watch?v=bilFod6H_bs&t=280s